Passata l’inerzia della catastrofe
Riflessione sulla settimana antimilitarista
Ancora le emozioni sono palpabili, ancora la stanchezza non è stata del 
tutto smaltita.
Si è appena conclusa la settimana antimilitarista. Molte le riflessioni 
fatte, molte ancora in atto.
Molti bei momenti.
Di confronto, scambio, conoscenza.
Un ringraziamento di cuore a tutte le persone che hanno partecipato 
alle iniziative, da chi è venuto a parlare durante le chiacchierate, a 
chi ha ascoltato, a chi ha dato una mano, cose queste non scontate.
Una settimana da cui si è imparato molto, in cui è stato delineato 
chiaramente, il fitto intreccio di interessi e responsabilità di chi 
costruisce, vuole, mette in atto le guerre.
Molto è ancora da imparare.
Senza scoraggiarsi, perché metterci in gioco, lottare, ci tiene vivi.
Oltre ai contenuti la costruzione di questa settimana è stata 
importante anche a livello umano. Collaborare tra persone di varie 
realtà, contesti, il ritrovarsi assieme nel realizzare questi momenti ha 
rafforzato e rafforza i rapporti, la fiducia, permette di crescere e 
arricchire il proprio e altrui percorso.
Questo interagire crea legami che ci rendono ancora più forti nel 
combattere un mondo che nega la libertà e impone il proprio modello di 
vita con la militarizzazione.
Da questa settimana rimangono anche critiche e autocritiche, i “se” che 
restano sospesi senza risposta, la consapevolezza di essere di fronte ad 
un nemico enorme.
Non è comunque e non sarà mai, nonostante le difficoltà, l’inerzia ad 
imporsi sul nostro sentire e sul nostro agire.
Da queste giornate usciamo sempre più determinati a lottare contro il 
militarismo nelle battaglie che portiamo avanti e a continuare il 
cammino di collaborazione e confronto tra le varie realtà.

Equal Rights Forlì

 

Dietro la decisione di organizzare questa settimana di iniziative, dietro la scelta di affrontare la questione dell’antimilitarismo, vi é la volontà di trattare un tema che spesso non viene considerato attuale o che si sente lontano in quanto dove viviamo non c’è la guerra.

La guerra é invece in atto. Il sistema industriale capitalista in cui viviamo ha dichiarato guerra alla vita ed alla libertà di ogni essere vivente, ed al pianeta stesso.
Gli stati, le multinazionali, le lobby scientifiche, sono le organizzazioni che perpetuano quotidianamente massacri, distruzione, morte costruendo il progresso ed il dominio. Gli eserciti sono gli strumenti con cui queste potenze impongono le proprie strategie, e con cui reprimono chi vi si oppone.
Durante gli incontri di questa settimana verranno mostrati alcuni volti del militarismo. Speriamo di riuscire a far capire a chiunque partecipi che non si può rimanere indifferenti a questa guerra poiché riguarda ciascuno di noi, in quanto vivo. Da queste iniziative vogliamo fornire spunti di riflessione e riuscire a definire chiaramente i nostri nemici, affinché sia possibile combatterli. La guerra è in corso, a noi la scelta: accettarla ed esserne complice o resistere lottando.

PROGRAMMA:
DOMENICA 25/03
c/o Centro Sociale ”La Stalla” – Imola

ORE 12.30 - PRANZO VEGAN BENEFIT PER COALA E GATTONERO (canile e gattile di Imola)
A seguire - “Guerra contro gli animali”. Discussione sullo sfruttamento degli animali in guerra e riflessioni antispeciste. A cura di “Oltre La Specie” (Milano)

LUNEDI’ 26/03
c/o Lughè – Lugo di Romagna

ORE 20.30 - CENA con PROIEZIONI di spezzoni di film e cartoni antimilitaristi
A seguire - “La Guerra di Dio” Monologo antimilitarista di Giuliano Bugani

MERCOLEDI’ 28/03
c/o Spazio Libertario “Sole e Baleno” – Cesena

ORE: 20.00 - BUFFET VEGAN
A seguire - “Saperi e logistica della guerra. Industria bellica, ricerca e università”
a cura di “Fuori la guerra dall’università” (Trento)

GIOVEDI’ 29/03
c/o Spazio Pubblico Autogestito Grottarossa – Rimini

ORE 20.00 - Apericena
A seguire - “Tsahal come paradigma: un paese governato dal mito del proprio esercito”

Tzava HaHagana Le Ysrael non rappresenta semplicemente ciò che rappresenta negli altri paesi del mondo un esercito nazionale.
A Tsahal non viene semplicemente affidata la difesa dello stato e non rappresenta solo una forza di occupazione e di aggressione per la popolazione Palestinese.
Tsahal è un paradigma, una porta di ingresso in società, un prisma attraverso cui scomporre e leggere la società Israeliana, una macchina per il controllo sociale, una sovrastruttura che in nome della coesione nazionale continua a riprodurre la guerra come strumento di governare senza cui lo Stato di Israele è incapace di sopravvivere.

VENERDI’ 30/03
c/o Piazza del popolo – Ravenna:

ORE 16.00 - Presidio con banchetto informativo e volantinaggio sulle nefandezze di CMC.
A seguire CRITICAL MASS fino ai cancelli della CMC.
Se puoi porta la bici!


c/o C.S.A. Spartaco – Ravenna:
ORE 20.00 - CENA VEGAN CONVIVIALE
A seguire - PRESENTAZIONE DELLA CAMPAGNA CONTRO I RADAR IN SARDEGNA
a cura di: Comitato “no radar” di Cagliari.

ORE 23.00 - CONCERTO BENEFIT NO TAV con:
* Kalashnikov   romantic-punk from Milano
* Grupo de Riesgo   punk-hardcore from Valencia
+ guests!

SABATO 31/03
c/o Piazza Saffi – Forlì

ORE 10.00 - CORTEO ANTIMILITARISTA
il corto sfilerà per le vie della città passando davanti alla caserma militare DeGennaro.

ORE 15:00 -
c/o Piazza Saffi – Forlì
CONVEGNO:

“Il Nemico siamo noi” Incontro sul mondo della guerra
- Da Kabul a Chiomonte. La Valsusa tra militarizzazione e resistenza con alcuni NO TAV valsusini
- La guerra nelle metropoli. Le metropoli nella guerra a cura di “nonostante milano”
- Finmeccanica e il complesso militare-industriale a cura di “Rompere le righe” (Rovereto)
- Saperi e logistica della guerra. Industria bellica, ricerca e università a cura di “Fuori la guerra dall’università” (Trento)
- Testare armi nel poligono del Salto di Quirra – Sardegna a cura di antimilitaristi sardi
- “L’Aquila, gestire l’emergenza” a cura di un attivista di Epicentro Solidale (L’Aquila)

ORE 20.00
c/o C.S.A. Capolinea – Faenza

CENA + AGGIORNAMENTI SULLA SITUAZIONE  REPRESSIVA BOLOGNESE.

A seguire - presentazione della Compilazione Antimilitarista “INERZIA DELLA CATASTROFE”
Sul palco:

- Contrasto
- Affluente
- Ludd
- CGB
- Neid
- LeTormenta

DOMENICA 01/04
c/o C.S.A. Capolinea – Faenza

ORE 12.30 - PRANZO VEGAN BELLAVITA
A seguire - ASSEMBLEA finale con confronto e spunti pratici di lotta.